Introduzione

Nel precedente articolo abbiamo parlato di come iniziare a gestire quella difficile azienda chiamata “famiglia”, utilizzando un metodo pratico che richiede pochi minuti ogni giorno. In questo articolo invece vi suggeriamo dieci punti da tenere sott’occhio per una efficace gestione del bilancio familiare.

CLICCA QUI
Ottieni subito una consulenza gratuita dai nostri esperti per trovare la soluzione migliore
CLICCA QUI

1. Prendere l’abitudine di registrare regolarmente le entrate e soprattutto le spese

Questo ci permette di avere sempre tutto sotto controllo, sia che utilizziate carta e penna sia che abbiate chiesto il sostegno di una App. Inoltre così facendo vi accorgerete subito se le spese sono state distribuite male e avrete sotto controllo la situazione semplicemente spostando le spese meno utili a un altro momento (o cancellandole).

2. Provare in ogni caso a fare dei preventivi e verificarli in itinere

Per preventivo si intende il momento in cui, a febbraio ad esempio, si provano a calcolare le spese di maggio, quando sappiamo di dover rinnovare la caldaia che ormai ci sta lasciando e i nostri sei nipotini fanno la comunione tutti lo stesso giorno. Preventivare ci fa capire se quel mese potremmo sostenere tutte le spese richieste e se già da adesso dobbiamo inserire una voce di risparmio nella nostra lista.

3. Individuare le priorità di spesa (le cose a cui non si può o non si vuole rinunciare)

Ci sono cose di cui non si può far a meno e che spesso sono spese ricorrenti. Come le si individua? Semplice, ogni mese ricorrono sul nostro foglio a quadretti. Le più facili da individuare sono le bollette o il mutuo, ma perché non inserire anche la voce “carburante” o “sport”? Ci avevate pensato?

4. Tenere innanzitutto conto delle spese fisse (mutuo casa, rate, bollette) e delle relative scadenze

5. In fase di preventivo fare conto solo sulle entrate certe

Mai commettere l’errore di pensare che in un dato mese lo stipendio possa essere più alto perché verranno richiesti maggiori straordinari, bisogna basarsi sui guadagni certi per fare previsioni o rischieremo di trovarci a navigare in grossi problemi.

6. Per far fronte a spese non quantificabili con esattezza meglio mettere in preventivo qualcosa in più che qualcosa in meno

Se una spesa è pari a 100€ meglio programmare qualche decina di euro in più, soprattutto se è una voce molto importante. Ne gioveremo a fine mese, quando i soldi avanzeranno andando così a coprire l’eventuale contrattempo sovvenuto.

7. Tenere sotto controllo la situazione dei propri conti correnti bancari (non fidarsi esclusivamente degli estratti conto che la banca invia)

La nostra fidata banca ci manda di tanto in tanto l’estratto conto, ma dalla spedizione a quando lo abbiamo in mano possono passare diverse settimane. Controllare di tanto in tanto il proprio conto in banca ci garantisce sicurezza economia e il totale controllo sui soldi che stiamo spendendo.

8. Prevedere, se possibile, una qualche forma di risparmio, anche se di piccola entità, ma continuativa, per eventuali imprevisti: non prefiggersi un bilancio in pareggio (tanto entra tanto spendo)

Ogni mese dovrebbe esserci tra le voci una chiamata “risparmio”, dove andremo ad accantonare quanto più possibile. Quel tesoretto non va mai toccato se non in casi eccezionali, perché andrà a coprire tutti i nostri imprevisti senza intaccare lo stipendio.

9. Fare del momento di definizione e di verifica un’occasione di condivisione e confronto tra i membri della famiglia. Se lo si ritiene può essere utile confrontarsi con altre famiglie

È bene che tutta la famiglia sia al corrente delle spese da sostenere (bambini a parte) così che ognuno si senta responsabilizzato e parte di un nucleo familiare unito. Inoltre da molte teste può sempre uscire un’ottima idea di risparmio. Allo stesso modo è importante gratificare tutti quando con i soldi risparmiati si parte per una meritata vacanza. Spegnere le luci quando non si è in una stanza, accendere la televisione solo se la si sta effettivamente guardando ecc… sono tutti gesti che garantiscono risparmio a lungo termine e ogni membro della famiglia che rispetta queste piccole regole va gratificato affinché continui a farlo.

10. Ultimo consiglio ma non meno importante: non fare di tutto ciò un’ossessione: queste indicazioni sono utili a se stessi e alla propria famiglia se vissute senza apprensione

CLICCA QUI
Ottieni subito una consulenza gratuita dai nostri esperti per trovare la soluzione migliore
CLICCA QUI

Consulenza Online

Compila il modulo per ricevere  una consulenza gratuita e personalizzata

* Campi obbligatori

Proteggiamo e rispettiamo i tuoi dati

LA DIFFERENZA È QUESTIONE DI PRESENZA

Assistiamo il cliente passo dopo passo verso la migliore scelta finanziaria. Oltre ad un semplice preventivo, i nostri clienti godranno gratuitamente di una consulenza mirata ad analizzare la loro situazione economica e a ottenere gli strumenti finanziari più adeguati a realizzare i loro progetti in modo veloce e trasparente.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI

TORNA AL BLOG